Anche l’Associazione di Brescia Casa delle Donne – rappresentata da Maria Teresa Cannone – fa parte del Tavolo contro la violenza sulle donne che si è insediato nella mattina di lunedì 25 novembre, alla presenza dell’assessore regionale alla Casa, Housing sociale e Pari opportunità Paola Bulbarelli, che lo presiede.

Il Tavolo permanente per la prevenzione e il contrasto alla violenza contro le donne, previsto dalla Legge regionale 11/2012, è composto da 24 membri, 12 dei quali rappresentano le Istituzioni (sistema sanitario, Questura, Tribunale, Enti territoriali, Istituto scolastico regionale) e gli altri 12 (uno per provincia) il sistema associativo.
«Non poteva certo esserci data più significativa di quella del 25 novembre», ha detto Bulbarelli, presentando i componenti, «per insediare il Tavolo. In tutto il mondo oggi si ricorda che la violenza contro le donne costituisce una violazione dei diritti umani, un attacco alla inviolabilità, alla dignità e alla libertà della persona».

Bulbarelli ha auspicato che l’insediamento del Tavolo aiuti e favorisca la realizzazione di nuovi Centri antiviolenza, visto che il Lombardia ce ne sono solo 16 (a Brescia, l’unico è la Casa delle Donne), mentre l’Europa dice che dovrebbero essere 200. L’assessore ha poi ricordato i recenti stanziamenti di 1,25 milioni di euro a sostegno delle iniziative delle reti territoriali e dei soggetti che desiderano presentare progetti di parità.

(Fonte articolo: QuiBrescia.it)